Le Baccanti – Euripide – 407 BCE

Euripide narra in questo inno al disordine di queste splendide baccanti che rifuggono dalla loro costrizione di cittadine della Polis per fuggire nei boschi e darsi al dionisiaco in un tripudio orgiastico e ferino, comandate da Agave.

Il quadro è di William-Adolphe BouguereauLa giovinezza di Bacco (1884)

le donne ci hanno lasciato vuote le case
per rituali falsi da invasate, brancolano su ai monti
nel profondo dei boschi; sono in adorazione di questo demonio, l’ultima novità,
Dionìso – ‘chiunque egli sia’ -, e ballano.
In mezzo ai loro tiasi le coppe traboccano di vino
E loro se ne stanno acquattate, ciascuna in segreto,
pronte a servire alle voglie dei maschi.
Bella scusa, che loro sono Menadi, che loro sono sacerdotesse esperte!
La verità è che avanti a Bacco mettono Afrodite.

Continua a leggere Le Baccanti – Euripide – 407 BCE